HASHISH E CIME DI CANNABIS: LE DIFFERENZE

C’È UN PRODOTTO PIÙ POTENTE DELL’ALTRO?
E SE SÌ, DI QUALE SI TRATTA?
Ecco la risposta alle tue curiosità.

Nonostante in Italia sia vietato l’uso per combustione a scopo ricreativo delle infiorescenze di cannabis e dei suoi derivati (come l’hashish), sono tanti gli utenti che, incuriositi dalle sorprendenti proprietà di questa pianta, vorrebbero sapere di più riguardo ai suoi effetti.

Per esempio, qual è la differenza tra INFIORESCENZE e HASHISH dal punto di vista della ‘potenza’?

I cannabinoidi in essi contenuti agiscono allo stesso modo, oppure c’è un prodotto più forte dell’altro?

Effettivamente un vincitore c’è, per capire meglio di quale si tratta, però, occorre prima precisare cos’è l’hashish e in cosa si differenzia rispetto alle più conosciute cime di cannabis.

Ecco tutti i chiarimenti.

Infiorescenze Cbd Background Ethera

Quali sono le principali differenze tra hashish ed infiorescenze?

La marijuana è una pianta dalle origini antichissime, dalla quale vengono ricavati tantissimi prodotti, tra i quali uno di questi è proprio l’hashish, che oggi è reperibile anche nella forma a basso contenuto di THC, chiamata hashish legale.

La principale differenza tra l’hashish e l’erba, quindi, è che il primo è un derivato della seconda.

In particolare l’hashish, detto anche ‘fumo’ è un prodotto che si ricava dall’estrazione della resina dei fiori di cannabis.

La cosa più importante da sapere, però, è che la resina è anche la parte della pianta di canapa più ricca di cannabinoidi e terpeni, insomma si tratta di un concentrato di principi attivi, aromi e profumi.

Ma considerando che la resina viene estratta dalla pianta, quindi, è più forte l’hashish o le infiorescenze?

La resina è la parte della pianta di canapa più ricca di cannabinoidi e terpeni, un concentrato di principi attivi, aromi e profumi.

LA PIANTA DI CANNABIS

Infiorescenze e Hashish a confronto: qual è il più potente?

Come anticipato nel paragrafo precedente, la resina è una sostanza prodotta dalle piante di cannabis nella quale si concentrano i maggiori quantitativi di cannabinoidi.

In poche parole: quando si fuma un bud di erba si sta consumando sia la resina in esso contenuta sia la componente vegetale, che possiede percentuali inferiori di cannabinoidi; quando si fuma l’hashish, invece, si sta consumando soltanto la parte della pianta che possiede le più alte percentuali di attivi.

Tra l’hashish e l’erba, quindi, il più potente è senza dubbio il primo!

Prendendo in considerazione il THC (il cannabinoide psicotropo, legale in Italia entro un limite massimo di 0.5%), per esempio, si può dire che, solitamente, nelle cime di erba il suo quantitativo si aggira attorno al 15-20%; nell’hashish, invece, va dal 20 al 60%.

Detto questo, però, c’è da specificare che attualmente esistono tantissime genetiche di canapa più o meno potenti, pertanto questo discorso si può fare per lo più confrontando cime di cannabis e hashish ottenuto dalla stessa varietà delle precedenti.

A seconda della lavorazione delle cime, inoltre, oggi è possibile ottenere prodotti super potenti, che superano gli effetti dell’hashish comune.

Nel mondo dell’erba legale, per esempio, esistono delle cime molto apprezzate, come l’Icerock, che vengono imbevute nell’olio di CBD e successivamente ricoperte di cristalli di cannabidiolo, nelle quali le percentuali del cannabinoide superano nettamente quelle contenute nelle più comuni varietà di hashish legale.

In base a questi dati e alle novità del panorama della cannabis e dell’hashish, quindi, chi desidera consumare prodotti molto forti e concentrati non dovrà per forza optare per il fumo ma, se preferisce, potrà acquistare una tipologia di erba di una genetica particolarmente ricca di cannabinoidi o le cime arricchite con i cannabinoidi puri.

Per gli amanti della marijuana questo è decisamente un aspetto positivo che permette di personalizzare le proprie esperienze al meglio, infatti, oltre agli effetti, tra marijuana e hashish cambiano anche gli aromi e i profumi: la prima è più fresca ed erbacea (spesso anche fruttata), il secondo, invece, solitamente è più speziato e corposo.

In Conclusione

Come abbiamo visto, in linea di massima, l’hashish può essere considerato più potente dell’erba, in quanto si tratta di un vero e proprio concentrato di attivi.

L’innovazione nel mondo della cannabis, però, ha dato forma a tanti nuovi metodi di realizzazione dei prodotti, e le infiorescenze, che prima venivano esclusivamente fatte essiccare e conciare, oggi vengono arricchite con cristalli di cannabinoidi allo stato puro, e possono superare la potenza delle varietà di hashish considerate da sempre più strong.

Ciò che però è legale è l’acquisto a scopo collezionistico dei prodotti privi di THC, perciò se sei un appassionato di cannabis, visita oggi stesso il nostro negozio online firmato Ethera e dai un’occhiata alle pagine dedicate alle infiorescenze, all’hashish CBD e all’olio di CBD per scegliere i prodotti che ti piacerebbe avere sotto mano: troverai certamente ciò che fa per te! 

Disclaimer importante: I punti di vista, le informazioni o le opinioni espresse dai collaboratori di Ethera sono esclusivamente quelli personali e non rappresentano necessariamente le visioni del gruppo. Il contenuto è destinato ad essere usato solo per scopi informativi e il consumo di marijuana e i suoi derivati a scopo ricreativo in Italia è vietato. É molto importante fare la propria analisi prima di fare qualsiasi investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *